Padova 2004

Un giro a Prato della Valle, non certo il primo, non certo l’ultimo. Un luogo metafisico indagato come una lezione d’anatomia, sapendo che tornerò ancora, e ancora, e ancora.

Valdorcia 2004

Era il giorno di Pasqua: tutto finiva, tutto cominciava. L’ho passato in giro per la Valdorcia con le mie macchine fotografiche, e ho vagato con lo sguardo cercando un motivo di ispirazione. Poi, all’improvviso, ho capito che per poter guardare di nuovo il paesaggio toscano dovevo abbassare gli occhi, vedere l’erba dalla parte delle radici. ...

Milano 2004

Fu quasi un viaggio uscire da un palazzo della periferia attraverso i sotterranei, prima di ritrovare il grigiore che fece dire a Gadda che un giorno l’uggia e il cattivo gusto si incontrarono, decisero di fondare una città, e così nacque Milano. Eppure mi attrae, forse perché nel nulla apparente c’è più spazio per l’immaginazione…

Firenze 2004

Non importa che un viaggio si perda nelle distanze, a volte basta guardare con attenzione, seguire il perimetro di una piazza. Questo è ciò che resta di un giorno in Santa Croce. Ma non mi interessavano le “urne dei forti”: solo le pietre, i dettagli, i sepolcri dell’anima…

E ora qualcosa di completamente diverso

M a r i o R o t t a E L A B O R A Z I O N I D I G I T A L I E R A C C O N T I F O T O G R A F I C I Spazio ACSIT Teatro delle Donne ...

La Verna 2004

Un bosco incantato e le sue sfumature: il muschio, le foglie, i licheni, le venature dei tronchi. Prima che lo sguardo, sempre più concentrato sulla terra, si apra e si lasci rapire. Ci tornerò in questo luogo, e sarà sempre bellissimo e difficilissimo…

Una montagna 2003

Se questo è un viaggio comprende in pochi metri l’inferno e il paradiso: la terra rafferma per il ghiaccio, cenere alla cenere, e orizzonti infiniti che nemmeno l’obiettivo riesce a inquadrare. Vorrei dimenticare, ma non posso…
'+
1
'+
2 - 3
4 - 5
6 - 7
8 - 9
10 - 11
12 - 13
13 - 14
[x]